Progettare con le griglie

L’impiego delle griglie come metodo di impaginazione dei contenuti è una tecnica molto utilizzata nella tradizione tipografica, fin dai tempi del primo Razionalismo.

Molto più recente è invece l’idea di adottare questa tecnica anche nel design dei siti Web, al fine di costruire layout equilibrati, armonici e soprattutto di facile lettura.

Per tutti coloro che sono interessati ad approfondire l’utilizzo delle griglie nel design di siti Web, vi segnaliamo delle slide molto interessanti e ben fatte sul tema, Grids are Good (right?), rese gentilmente disponibili dagli autori Mark Boulton, della Mark Boulton Design, e Khoi Vinh, Design Director di The New York Times.

Nella presentazione i due autori introducono il tema in via teorica, proseguendo con un esempio pratico ben illustrato di redesign di un famoso sito internet, www.yahoo.com, attraverso l’impiego delle griglie.

Il risultato è ottimo e offre numerosi spunti che possono tornare utili nella realizzazione di design ex-novo o di redesign basati sull’impiego di questa tecnica.

Online è disponibile anche il podcast della presentazione delle slide, tenutasi durante la conferenza ad Austin in Texas del 9-18 Marzo 2007, organizzata da South by Southwest Conferences and Festivals, ovviamente in lingua inglese.

Vi auguriamo una buona lettura e un buon ascolto. Renderemo presto disponibili altre utili risorse per gli appassionati delle griglie e del design armonico dei siti Web.

Leave a Comment

Fernando Figoni said

è sicuramente interessante come modalità di realizzazione, tanto che blueprint si basa soprattutto su questa impostazione, ma forse c’è il rischio di una eccessiva “rigidità”? o meglio di ritenere il mantenimento della “griglia” come una meta assoluta, a discapito di altre necessità del sito come la effettiva usabilità (brutta parola, ma non ne trovo altre migliori).

wrote on September 4, 2007 @ 12:40 pm

Andrea said

Progettare un layout attraverso l’utilizzo delle griglie consente di ottenere un preciso allineamento dei vari elementi della pagina. Questo facilita la lettura della pagina, in quanto forniamo all’utente dei percorsi visivi che l’occhio può seguire con semplicità, senza salti o deviazioni improvvise. Creiamo un’organizzazione della pagina che risulta piacevole all’occhio umano, in quanto siamo da sempre abituati a vedere le informazioni strutturate in griglie: basti pensare ai quotidiani, alle riviste e ai libri.

Tuttavia, a differenza della rigidità della carta stampata, il web è un mezzo molto flessibile. Per questo credo che la griglia dovrebbe essere una linea guida e non una meta assoluta!

Molto spesso è bene creare punti di discontinuità con elementi che rompono la griglia, ovvero che non ne rispettano la struttura. Gli stessi autori delle slide che vi abbiamo segnalato, affermano che rompere la griglia è spesso positivo, in quanto ci permette di mettere in evidenza particolari elementi.

wrote on September 4, 2007 @ 1:47 pm



News and Articles

@media 2009 London

One day to go! What is considered one of the most intriguing and awe-inspiring web events around, will take place in London on Tue 25th and Fri 26th.

12 examples of mind-blowing websites

Web designers struggle every day to create impressive and usable websites, but what makes the difference between a good and functional product and a mind-blowing one?

News and articles archives

Recommended Books

Bulletproof Web Design

Bulletproof Web DesignStandards-based strategies for building designs that provide flexibility, readability, and user control--key components.

Web Standards Creativity

Web Standards Creativity10 web design lessons from 10 of the worlds best web designers: cutting-edge XHTML, CSS, and DOM scripting techniques.

Recommended books archives