Design minimalista: galleria I

Con questa serie di articoli vogliamo presentare una lunga lista di siti che si differenziano per il loro stile minimalista. Partendo dalla definizione che si trova su Wikipedia, possiamo dire che la caratteristica principale di questo stile è quello di ridurre un soggetto ai suoi minimi termini, eliminando qualsiasi elemento che possa in qualche modo distogliere l’attenzione, creare rumore, dal messaggio che si vuole veicolare.
Less is more, è il principio di riferimento. Pochi elementi e più chiarezza per facilitare la fruizione del messaggio.
Ma quali sono gli elementi che distinguono un sito progettato secondo i dettami del minimalismo? Principalmente, li possiamo riassumere in 4 punti:

  • semplicità, intesa come assenza di elementi inutili o ridondanti al fine della comunicazione: il contenuto assume un ruolo centrale, e tutto quello che è superfluo o ridondante viene eliminato;
  • uso degli elementi tipografici, per guidare la fruizione dell’utente: margini, allineamento e gerarchia visiva per strutturare il messaggio. I font e le parti testuali assumono interesse visivo, e aiutano l’utente nell’individuare le parti importanti del contenuto;
  • utilizzo dello spazio bianco (whitespace), consentendo di separare gli elementi e di focalizzare l’attenzione dell’utente su determinate aree della pagina. Questo è ancora più vero, se agli elementi vengono applicati altri principi di design, quali la proporzione, l’enfasi in modo da definire dei chiari e facilmente distinguinguibili percorsi visivi.
  • uso essenziale della grafica: è infatti sbagliato considerare minimalisti solo i siti in cui è stata elimanata del tutto la componente grafica o in bianco e nero. L’importatnte è che questa non distragga dal messaggio centrale che si desidera proporre, ma che aiuti la navigazione dell’utente tra i contenuti del sito.

Una giusta alchimia di questi elementi creerà dei vantaggi evidenti e facilmente percepibili, quali un’immediata individuazione delle parti significanti della pagina, vale a dire una maggiore usabilità ed efficacia del messaggio, oltre che un appeal visivo moderno, pulito e di sicuro impatto.
Come si può notare da questa galleria proposta, il minimalismo è uno stile che si adatta a qualsiasi tipologia di sito: dal blog al portfolio, dal sito informativo a quello pubblicitario, proprio perché orientato a dare importanza al nucleo della comunicazione: il contenuto.

Seguiranno altri articoli dedicati al Minimalismo, in cui presenteremo le varie applicazione dei principi elencati sopra. Saremmo tuttavia felici se ci indicaste risorse che secondo voi meritano di essere segnalate. Grazie in anticipo.

  1. 5thirtyone
  2. Agenturblog
  3. Aigany
  4. Alltop
  5. Andy Rutledge
  6. Astheria
  7. Authentic Style
  8. Ben Hulse
  9. Carbon Silk
  10. Cherry Bloom
  11. Dache
  12. Daniel Scrivner
  13. Daninko
  14. Darrenalawi
  15. Derek Punsalan
  16. Designed by Anderson
  17. Designing the news
  18. Design TokyoCube
  19. Dotkraft
  20. EightFace

Leave a Comment

Comments are closed.



News and Articles

@media 2009 London

One day to go! What is considered one of the most intriguing and awe-inspiring web events around, will take place in London on Tue 25th and Fri 26th.

12 examples of mind-blowing websites

Web designers struggle every day to create impressive and usable websites, but what makes the difference between a good and functional product and a mind-blowing one?

News and articles archives

Recommended Books

Bulletproof Web Design

Bulletproof Web DesignStandards-based strategies for building designs that provide flexibility, readability, and user control--key components.

Web Standards Creativity

Web Standards Creativity10 web design lessons from 10 of the worlds best web designers: cutting-edge XHTML, CSS, and DOM scripting techniques.

Recommended books archives